Exosphere

 photo ExoLogo.png

giovedì 9 agosto 2012

Ecco perché l´oro non é in una bolla....

La crisi continua ad aggravarsi, non potra´che finire nel default o nella progressiva svalutazione del tuo patrimonio con l´iperinflazione, non c´e´altra soluzione per difendersi al meglio che acquistare oro (e metalli prezioni) fisico sicuro e certificato

Noi di Lastarria abbiamo oramai da tempo un accordo strategico di Program Partner con il piu´conservativo e sicuro venditore di oro al mondo, in Svizzera : Global Gold

Chi fosse seriamente interessato ad acquistare con Global Gold (quantita´minima 40mila CHF) puo´contattarmi direttamente all´email antonio.manno@lastarria.com 

Segue un importante articolo che rappresenta una sintesi della presentazione video (in inglese) che il CEO di Global Gold, Claudio Grass, ha effettuato per il sito specializzato Gold Silver Worlds

 

La visione di Global Gold é che la fase toro dell´oro abbia ancora molta strada da fare. L´attuale clima economico fornisce le condizioni ideali per la crescita del prezzo dell´oro. La visione di Global Gold é influenzata dalla Scuola Austriaca di Economia che nei loro studi arrivano alle seguenti conclusioni : 

- il risparmio e l´investimento sono le basi di un´economia sana, non il debito ed il consumo;
- il valore delle valute sta declinando e la moneta fiduciaria non ha nessun valore intrinseco; 
- l attuale livello del debito é insostenibile; 
- l´oro fisico é l´antidoto contro la perdurante crisi del debito mondiale

Gli Austriaci contro i Keynesiani

L´ultimo secolo é stato dominato dalle teorie di Johon Maynard Keynes, basate su una struttura di governo centralista. Mr Keynes rovescio letteralmente il mondo con la sua argomentazione che il risparmio non é la premessa per l´investimento !; per contrasto, é invece un fardello per l´economie. 
La sua opinione era che dei saggi e furbi "ingegneri e pianficicatori sociali" potessero correggere gli sbilanci della macro economia manipolando i segnali del mercato. 

Ecco perche´vedevano nell´allargamento delle maglie del prestito e del debito l´unica soluzione

La Scuola Austriaca di Economia invece sta con la proprieta´privata, il libero mercato, una moneta sana e una societa´libera. Ci permette di capire l´economia considerando l´imprevedibilita´dell´azione umana. 

La Scuola Austriaca di Economia prende in considerazione l´importante ruolo delle decisioni individuali sulle transazioni economiche e spiega come le cose si mettono in ordine nonostante l´apparente caos delle azioni individuali.

La chiave di tutto é la lotta per la felicita´ personale ed individuale.

Le basi per una tale societa´ed economia sono costruite su una moneta che puo´liberatamente essere scelta dal mercato stesso, dal popolo stesso, libero da ogni costrizione ed obbligo. 

Come ci ha dimostrato la storia, la moneta deve possedere le seguenti caratteristiche : dev´essere misurabile, divisibile, rara e facilmente trasportabile.
L´oro e l´argento sono le sostanze che meglio rappresentano tali caratteristiche, ecco perché sono state scelte come mezzo di scambio per almeno 5.000 anni. 

L´oro e l´argento hanno un "valore interno" e non dipendono da una promessa di restituzione di una terza parte

È sbagliato affidarsi ad un sistema di moneta fiduciaria (fiat money) basato su una promessa che un impagabile debito accumulato nel tempo sia ripagato dalle future generazioni attraverso le tasse e l´inflazione.

Di piu´, é un´incontestabile verita´che nel passato tutti i sistemi di moneta fiduciaria siano finiti nell´iperinflazione. 

Il nostro attuale sistema monetario é fino ad oggi l´esperienza durata piu´ a lungo

Gli attuali trend macro-economici

Guardando agli attuali trend economici, uno puó concludere che stiamo vivendo tempi eccezionali e che stiamo navigando in acque praticamente sconosciute. Il fardello del peso economico é praticamente insostenibile al passo corrente a causa dell´impossibile livello del debito. 

Non solo gli Stati Uniti ma é tutto il mondo che sta sopportando livelli di debito pubblico mai visti in tempo di pace.

Questo é il sommario dei piu´importanti trend macro-economico (molti piu´dettagli e gradici possono essere trovati nel presente documento ) : 

  • L´espansione della "Vera Offerta Monetaria" (True Money Supply) (USA) é arrivata nella fase iperbolica sin dall´inizio della scorsa decade; la Vera Offerta Monetaria é gia´iperinflazionaria.
  • I debiti presenti (USA) sono a livello di record e crescono ad un passo accelerato. I debiti presenti sono raddoppiati negli ultimi 5 anni, mentre prima ne servirono 11 di anni per raddoppiare.
  • I tassi d´interesse sono tenuti artificialmente bassi dai pianificatori centrali. I debiti sono cresciuti ad un passo molto maggiore rispetto ai tassi d´interesse. Uno strumento per spingere i tassi d´interesse in giu´é la monetizzazione del debito da parte delle banche centrali. Nel 2011, il 61% di tutte le emissioni del debito pubblico USA sono state acquistate dalla Federal Reserve.
  • I debit futuri devono includere per esempio la sicureza sociale e le pensioni; essi sono circa cinque volte superiori ai debiti presenti (espliciti) in paesi come gli USA, la Germania, Francia e UK.
  •  Il livello del debito come percentuale del PIL é superiore a quello degli ultimi 50 anni e continua a crescere.
  • Il livello di disoccupazione é del 10% in Europa e dell´8% negli USA. Ma usando il "vecchio" metodo di calcolo dei governi (come misurato da Shadowstats), il tasso di disoccupazione é molto piu´alto.
 E´semplice e logico dedurre che "non puoi combattere il super-indebitamento aggiungendo piu´debito". 
In una maniera o nell´altra sembra che i pianificatori centrali ignorino quest´ovvia constatazione.
Basandoci sull´attuale corso dei governi, sembra improbabile che i tassi d´interesse siano spinti all´insu´piu´o meno subito. Al contrario, le banche centrali continuano ad innondare il mercato con nuova moneta fiduciaria. 
Come conseguenza, c´é un´assoluta elevata probabilita´che vedremo livelli negativi dei tassi d´interesse. 
Questo sara´sicuramente uno dei motivi chiave dietro la crescita del prezzo dell´oro

Quello che sta accadendo nel mondo oggi é il contrario del credo della Scuola Austriaca di Economia. Secondo la visione Austriaca, "la forza propulsiva di un´economia sana sono il risparmio e l´investimento, no il consumo e il debito". Questo perché ogni atto di consumo dev´essere prima preceduto dalla produzione. Il debito non é altro che consumo anticipato, che di conseguenza non potra´avvenire nel futuro. Sembra allora che non ci sia nessuna terapia dolorosa per risolvere i problemi sopra-menzionati. 

Questo é il motivo perché Global Gold crede fermamente all´oro come antidoto efficace. .

Intuizioni dalla Storia Monetaria
 
Il 19th secolo fu l´era del Gold Standard. Fu un periodo di prosperita´e crescita economica senza inflazione. La regola base del Gold Standar era il prezzo fisso dell´oro rispetto ad ogni valuta essendo quest´ultima convertibile in oro ad un dato cambio prefissato. Tutti gli squilibri nelle bilance dei pagamenti venivano regolati con la moneta oro. 
Era impossibile per un politico manipolare il prezzo dell´oro e cosi i cittadini erano provvisti di una valuta che manteneva il suo valore. 
L´economia mondiale operava alla sua massima potenzialita´e la crescita dello standard di vita per le masse significava bassa o zero disoccupazione. Molto interessante é considerre che i prezzi al consumo rimasero stabili dal  17th secolo sino al 1914

Infatti dal 1914 il Gold Standard fu abbandonato. 

Crescita esplosiva dei prezzi al consumo e dei livelli di debito sin da allora sono diventati la normalita´. Spingendo l´oro fuori dal sistema monetario divenne possibile finanziare la Prima Guerra Mondiale. Nel suo libro "Gold Wars" Ferdinand Lips affermó persino che "se non fosse stato abbandonato il Gold Standard,la guerra non avrebbe potuto durare piu´di pochi mesi"

Tra il 1922 e il 1929, il Gold Exchange Standard fu introdotto, dove il dollaro e la sterlina vennero considerate buone come l´oro e potevano cosi essere mantenute come denaro di riserva. I Paesi che detenevano il denaro di riserva potevano condurre deficit delle loro bilance dei pagamenti senza essere puniti dalle altre nazioni se si manteneva la "fiducia" nelle loro valute. 

Questo nuovo sistema monetario mise in moto una gigantesca macchina produttrice di denaro e credito che generó il boom inflazionario degli anni venti. Questo nuovo meccanismo divento´un motore d´inflazione il cui prodotto - l´eccesso di potere d´acquisto - inondó abbondantemente il mercato immobiliare e la borsa valori.

Questa fu la causa dell´inevitabile correttiva fase di Depressione che inizio´con il crash del 1929

Cosi come accadde nel 1971 quando il Presidente USA Nixon decise di eliminare l´oro dal sistema monetario. Non é una coincidenza che sin d´allora si é attuata una massiva esplosione del debito. Il problema con queste enormi montagne di debito é semplicemente che non puo´essere ripagato. 

Il debito é , menzionando John Exter, "una cosa divertente : dev´essere sempre ripagato, se non dal debitore, dal prestatore, o ancora peggio, dai cittadini con le tasse".  

Tutte le principali valute si stanno deprezzando da diverse decadi.

 "Voltaire" testiome della cosidetta "bolla del Missisipi" (un´altra avventura della moneta fiduciaria pensata da John Law in Francia intorno al 1720) dichiaró che " la moneta fiduciaria eventualmente ritorna al suo valore intrinseco - zero" 

  
L´attuale stato del mercato dell´oro e perché l´oro non é in una bolla


Il prezzo dell´oro é salito dai 278 USD all´inizio del 2002 ai 1.590 USD della meta´di Luglio 2012 : un incremento del 471%

La crescita del prezzo in Euro é stata del 316% e in CHF del 238%

"L´oro é il barometro che indica come ci sia qualcosa di sbagliato nel sistema della moneta fiduciaria" (Ragione n.1 perche´l´oro non é in una bolla)

Dal lato dell´offerta dell´oro (e dell´argento), vediamo una grande differenza di produzione annuale e di disponibilita´totale. 
Il volume aggregato di tutto l´oro prodotto da sempre é di circa 170.000 tonnellate. 
La produzione annuale del 2011 si e´avvicinata alle 2.600 tonnellate. Percio´l´oro non é prezioso perche´é scarso, ma perche´la sua produzione annuale é bassa rispetto all´offerta totale. 
L´oro ha acquisito questa specifica caratteristica nel corso dei secoli, e oramai non puo´piu´perderla. 
Questa stabilita´e sicurezza sono il prerequisito essenziale per la creazione della fiducia. Ed é cio´che differenzia chiaramente l´oro e l´argento come metalli del sistema monetario dalle altre commodities e metalli preziosi. 
Le commodities sono consumate, mentre l´oro é conservato.

Dal lato della domanda l´oro ci offre un´immagine totalmente differente. Prima di tutto, le banche centrali sono diventate compratrici nette di oro per la prima volta nel 2010 dove prima erano state venditrici nette per decenni. Durante il 2010 le banche centrali hanno comprato 87 tonnellate metriche di oro in piu´rispetto a quello che hanno venduto. Sono diventatei compratrici specialmente nei paesi del Medio Oriente e dei paesi emergenti (come Messico, Russia, Turchia, Sud Corea ma specialmente Cina e India) (Ragione n.2 perché l´oro non é in una bolla)

Inoltre, l´attuale fase toro dell´oro sta coincidendo con un forte incremendo da parte della domanda per investimento, una delle tre colonne della domanda totale di oro. 

La domanda per investimento é cresciuta dalle 352 tonnellate nel 2002 alle 1.641 tonnellate nel 2011, un incremento del 366% (Grafico : World Gold Council)


 gold investment demand 2002 20121
Di piu´, la gente sta comprando metalli preziosi come protezione contro tutta questa serie di crisi : politica, finanziaria, economica, valutaria, geo-politica ecc ecc
Se uno assume che questi scenari di crisi sono ancora attivi, allora le motivazioni per proteggersi contro questi scenari di crisi stanno diventando sempre piu´convincenti giorno per giorno, portando ad una crescente domanda di oro per investimento e ad un crescente prezzo (Ragione n.3 perché l´oro non é in una bolla) 

La storia ci dice che ogni mercato toro finisce in euforia ed eccessi. 
La fase toro dell´oro del 1970-1980 per esempio vide una crescita del prezzo dell´oro di ben 20 volte. 
Nel 1980 il 23% del totale degli assets nel mondo erano investiti in oro e il 14% in argento (basandoci sui prezzi del tempo). 
Paragonando cio´al 2011 osserviamo come solo il 3,6% degli assets mondiali siano investiti in oro e lo 0,7% in argento. 
L´unica similarita´con la situazione del 1980 rispetto ad oggi é che siamo ancora difronte a possibili ed estremamente pericolosi scenari di conflitti armati soprattutto nel Medio Oriente e nell´Iran in particolare (Ragione n.4 perché l´oro non é in una bolla)

Il grafico di sotto illustra come negli Stati Uniti solo il 16% della base monetaria sia coperta dall´oro al prezzo di 1.610 USD/oncia. 
Questo prezzo é solo leggermente piu´alto di un livello dell´ 11% rispetto al minimo assoluto del prezzo dell´oro nel 2001.

Riesci a vedere il picco del prezzo dell´oro nel 1980 dopo la fine degli accordi di Bretton Woods quando il 168% della base monetaria era coperta dalle riserve di oro degli USA ?

La linea rossa mostra la copertura media durante i passati 40 anni al 34%

Il prezzo ombra dell´oro riflette il prezzo che l´oro raggiungerebbe se tutti i dollari venissero coperti dalla quantita´di oro esistente (Ragine n.5 perché l´oro non é in una bolla) 

 dollar backed by gold 1971 2012

L´ultimo punto di vista é il rapporto Dow/Oro che oggi é a 7,8

Questo significa che l´oro é ancora relativamente poco costoso rispetto al valore medio nel lungo termine di 5,8
Nel 1932 il rapporto era a 2 e alla fine dell´ultima fase toro era a 1,3
Quindi ci possiamo aspettare come il valore del rapporto di 2 si possa raggiungere alla fine di questa fase toro dell´oro

Se supponiamo la costanza dell´indice DowJones il prezzo dell´oro dovrebbe cosi raggiungere il prezzo di 6.200 USD/oncia

Le fasi toro del mercato non terminano mai attorno alla media ma sempre su valori estremi rispetto alle altre classi di assets.
Questo suporta il nostro argomento di come il prezzo dell´oro sia ancora su valori attrattivi e di come non sia ancora entrato nella sua fase finale di 
accellerazione (Ragione n.6 perché l´oro non sia ancora in una bolla) 


Opinioni differenti sull´investimento in oro e perché evitare l´oro di carta
 
Ci sono differenti modi per investire in oro. Senza andare nei dettagli su investimenti come le azioni di miniere o l´acquisto di metalli preziosi attraverso proposte online, l´obiettivo di questo capitolo é di evidenziare la differenza tra l´oro di carta (per la maggior parte nella forma dei popolari ETF) e l´oro fisico

Di fatti l´oro di carta altro non é che una promessa di oro. E´strettamente legata all´attuale sisteme monetario basato su...una promessa.

In uno scenario di crisi reale non potrai mai essere sicuro di ricevere indietro il tuo metallo. Puoi raggiungere la stessa conclusione semplicemente leggendo i termini e le condizioni dei contratti ETS. Essi rivelano per esempio che gli ETF potrebbero non subire un audit per fornire la prova dell´esistenza dell´oro che rappresentano, che potrebbero non avere un´assicurazione (rischi quali la rapina o la truffa sono passati all´investitore), che la qualita´dell´oro potrebbe non essere confermata, e cosi via...

In generale sembra che stiamo andando verso un graduale passaggio dall´investimento in oro di carta a quello fisico. 

Nel 2012, la domanda d´investimento fisico superera´molto probabilmente quella degli ETF di un fattore di 5 come confermato da Ronald Stöfferle 

Solo pochi anni fa la situzione era diametralmente opposta con gli ETF che contavano per circa l´80% della domanda d´investimento in oro. 

Questo cambiamento dimostra la graduale perdita di confidenza nell´oro di carta

Tutto questo deriva da questo principio : "Se non puoi tenerlo, non puoi possederlo"

Global Gold offre una soluzione basata esattamente su questo principio

Il servizio é progettato per resistere ad un potenziale crash dell´attuale sistema monetario e finanziario. 

Ecco perché i servizi di Global Gold sono facilitati per essere "fuori" il sistema bancario. 

Non c´é nessuna dipendenza ne´sul funzionamento della borsa valori ne delle banche. 

Una crisi finanziaria non potrebbe fermarci dall´operare. 

Non c´é nessuna clausola di risoluzione in contanti o altre provisioni che potrebbero restringere la congrua e corretta spedizine o vendita dell´oro.

In chiusura, Global Gold é differente da diversi punti di vista :

- offre un servizio all´esterno del sistema bancario
- il proprietario ha la diretta proprieta´del metallo
- non esistono clausole di risoluzione in cash scritte in piccolo
- il deposito é assolutamente sicuro
- il servizio é assicurato e certificato
- lingotti e monete sono conservate in forma fisica
- il proprietario ha diritto d´ingresso ogni volta che vuole in ogni momento
- é libero da tasse
- ha un prezzo competitivo
- é 100% Svizzero

Ulteriori informazioni in dettaglio, la presentazione video e altri articoli

Se sei interessato ad apprendere ulteriori informazioni sull´oro e su Global Gold ci sono le seguenti ulteriori possibilita´:

Video di 35 minuti in inglese di Claudio Grass, amministratore delegato di Global Gold, dove sintetizza gli argomenti sopra esposti





Video di 1h 30min in inglese di Claudio Grass dove si spiegano in maggiore dettaglio gli argomenti sopra esposti

 

Prsentazione scritta di 28 pagine in inglese degli argomenti sopra esposti

Audiopodcast in inglese della presentazione 

Intervista in italiano di Claudio Grass dal titolo "Non é se ma quando comprare l´oro"

Post in italiano dal titolo "Come comprare oro nella massima sicurezza e combattere per la liberta´"
 
Post complementari 

Come comprare oro nella massima sicurezza e combattere per la libertà  

"Non è se, ma quando comprare l'oro e l'argento" 

Salvare il proprio patrimonio prima che sia troppo tardi
 












Nessun commento: