Exosphere

 photo ExoLogo.png

venerdì 15 luglio 2011

La Repubblica delle banane

Italy is a banana republic that didn’t depend so much on foreign capital in the past, but now it does, and markets are less forgiving,” said Daniel Gros, the director of the Center for European Policy Studies in Brussels. “Italy is in the danger zone; that is quite clear now" 



Com´e´possibile che una manovra finanziaria mostro di circa 70 miliardi di euro sia stata votata in meno di una settimana senza nessuna feroce diatriba e polemica tra i diversi partiti politici? Ma se fino alla settimana scorsa litigavano senza soluzione di continuita´da almeno due decenni come dei galli nel pollaio non risparmiandosi le peggiori volgarita´?

Forse perche´siamo in estate e non c´e´piu´Ballaro´o Annozero ?

Sara´pure un dato di fatto accertato da tutti che la gente e´schifata e distaccata dal teatrino della politica ! Booooo....

Com´e´possibile che improvvisamente siano diventati ragionevoli, comprensivi, buoni e perfino saggi ?


Sara´per il grande senso di responsabilita´di ogni classe politica davanti ad un´improvvisa terribile minaccia come l´aggravarsi della crisi finanziaria, cosi´come puo´trovarsi davanti ad un´improvvisa calamita´naturale come un devastante terremoto ?


Ma si, sara´cosi´! 

Infatti nei grandi media nazionali non si ascolta e legge altro che l´enorme differenza che esiste tra la situazione della truffaldina e sporca Grecia con la responsabile e pulita Italia ! 
Ma si, proprio come se il nome di una famiglia perbene e rinomata (l´Italia) fosse stato improvvisamente sporcato e messo alla berlina dai comportamenti dell´unico fratello degenere conosciuto a tutti! (la Grecia)


Perdinci! Siamo la terza economia Europea noi! Siamo l´ottava potenza industriale del mondo, come si puo´paragonare il nostro Paese alla corrotta e sottosviluppata Grecia ?

Ma si, probabilmente le cose stanno proprio cosi : l´Italia e´una potenza industriale con un economia solida e una classe politica responsabile, la crisi finanziaria non e´assolutamente colpa nostra ma una sventura cadutaci addosso dalla speculazione finanziaria e dai gravi difetti intrinseci del capitalismo senza regole. L´improvviso attacco al nostro debito pubblico e´dipeso unicamente dalla sfortunata vicinanza geografica della Grecia e dal fatto che da sempre ci hanno avvicinato ai loro costumi, d´altra parte non e´una loro invenzione il detto "una faccia una razza" 


Infatti la risposta dei nostri saggi politici e´stata chiara e perentoria: abbiamo immediatamente fatto appello alla nostra responsabilita´, al nostro sentimento patriottico, alla saggezza della nostra classe politica e in un´impeto di assoluta capacita´politica abbiamo orchestrato e deciso una straordinaria manovra finanziaria che, oltre a ricacciare l´improvvisa minaccia nostro malgrado, ha dato una lezione di democrazia e di serieta´al mondo intero. 

Viva l´Italia e viva gli italiani !


Balle ! Fottutissime balle!


La verita´e´un altra e dovrebbe apparire chiarissima ad ognuno dotato di un minimo senso critico


La verita´e´che siamo un Paese fallito, una farsa, un melodramma, una repubblica delle banane come ha scritto Daniel Gros sul New York Times, la verita´e´che il nostro debito pubblico non e´piu´sostenibile dato che la capacita´produttiva reale e´stata letteralmente annichilita da decenni di sprechi, parassitismo e servilismo. Tutto qui!
D´altronde basta che ognuno di noi si fermi un attimo e osservi la nostra classe politica e la nostra burocrazia, dai comuni al governo, dagli ospedali alla manutenzione delle strade...non servono parole


Certo, non siamo soli, l´intero occidente e´fallito, gli Stati Uniti in primis dato che questa crisi e´la fase terminale di un sistema economico-sociale fondato sull´interventismo parassitario dello Stato in combutta con la truffa del sistema monetario basato sul denaro fiduciario creato dal nulla orchestrato dal cartello delle banche centrali sotto la direzione della FED e della BRI

Se hai voglia puoi leggere un mio recente post proprio su questo


I grandi economisti della Scuola Austriaca di economia Mises e Hayek avevano previsto tutto cio´sin dagli inizi del novecento, spiegavano la verita´dell´economia politica basandosi solo sulla logica e sul senso critico, sono stati osteggiati dall´accademia e dal potere ufficiale per oltre un secolo semplicemente perche´mostravano il re nudo, perche´dimostravano come le politiche economiche che sarebbero state adottate negli anni avvenire avrebbero comportato indicibili tragedie e sofferenze, l´intera storia del novecento e´ad imperitura testimonianza delle loro teorie. 

Essi avevano previsto ogni fase dell´inesorabile declino del nostro sistema economico-sociale , l´avevano analizzato sino alla previsione di quest´ultima crisi economica e al definitivo collasso dell´attuale sistema monetario. 

Ebbene, oggi siamo proprio in questa fase, chi, come me, ha avuto la forza e la pazienza di leggersi Mises e Hayek puo´osservare l´inesorabile collasso del nostro sistema economico-sociale come in un film in slow-motion


Ma tornando alla responsabilita´della nostra classe politica e alla coraggiosa manovra finanziaria di oggi. 

Qual´e´stato allora il vero motivo dell´incredibile maturita´e saggezza dei nostri politici ?


E´stata la paura! Si, la pura e semplice paura, terrore!


La paura di essere veramente davanti al collasso del sistema, la paura non solo di perdere realmente i propri privilegi ma anche e soprattutto la paura di perdere la maschera e di dover affrontare il popolo davanti alle proprie colpe!

Non dev´essere stato un bel momento per loro, pensaci solo un attimo e prova a metterti nei loro panni : improvvisamente ti crolla tutto attorno, qualcosa che ti e´sembrato impossibile sino ad un secondo prima ti appare reale, il Paese che governi in fallimento, il reale problema di non poter pagare gli stipendi pubblici ed insieme a questi il tuo stipendio,la tua auto blu,la tua scorta...e ancora piu´terrorizzante, la rabbia della folla, la paura di non poter uscire piu´di casa, perfino il sottile terrore di essere linciati...le monetine di Craxi suonano ancora nelle orecchie dei piu´saggi...questo e´puro terrore!


E´allora evidente che non hanno perso un secondo, ne´battuto ciglio per mettersi d´accordo e salvarsi il culo, immediatamente. E´allora evidente il motivo perche´ non hanno avuto il coraggio (infatti avrebbero dovuto avere il dovere) di dar seguito alle loro "false" ideologie poltiche e combattersi finalmente sul campo, con argomentazioni vere e profonde, non piu´infiniti dibattiti sulle loro stucchevoli e stomachevoli questioni personali, ma questa volta su argomenti di economia e di politica con la P maiuscola ! 
Quale occasione piu´grande di questa per combattersi dialetticamente sotto  l´aggravarsi di questa crisi economica, quale occasione piu´grande di questa per mettere a nudo l´irresponsabilita´e la proditorieta´del proprio odiato nemico politico ?


No, caro amico mio, niente di tutto cio´! 

La paura fa novanta, la paura e´stata piu´forte del loro teatrino, ha prevalso l´istinto di sopravvivenza insieme alla paura di poter perdere i propri privilegi, ma non sanno che ora dovranno pagarne un prezzo ancora piu´amaro, infatti sara´sempre piu´evidente a tutti la truffa del teatrino della nostra classe politica mentre la ineluttabilita´della crisi si aggravera´ancora di piu´...

E non sara´piu´sufficiente dire che hanno trovato improvvisamente la responsabilita´di prendere una tale decisione per il tuo bene, perche´vogliono proteggerti e sono pronti a sacrificarsi per te...


La realta´e troppo evidete , caro politico mio...ora sei nudo !


Purtroppo la realta´e´ben diversa, la manovra finanziaria non servira´a niente se non ad accelerrare il nostro inevitabile fallimento insime a tutti gli Stati Sovrani occidentali, l´Italia sara´uno dei primi a crollare ed ironia della sorte, sara´ancora piu´grande il prezzo che questa corrotta classe politica dovra´pagare, non c´e´alternativa a questa conclusione..

Infatti l´unica strategia adottata dai governi e dai poteri forti in tutto il mondo e´la stessa, ovvero stampare denaro creato dal nulla e ripagare con questo il debito a scadenza, di pagare con debito nuovo il debito vecchio, cosi facendo stanno solo creando i presupposti per l´iperinflazione ed il conseguente collasso del sistema monetario, e´sufficiente osservare la inarrestabile crescita del prezzo dell´oro per averne conferma.

Siamo arrivati alla fine perche´il sistema e´cosi distorto e distrutto nelle sue fondamenta che non riesce neanche piu´ad assorbire il nuovo debito, i cattivi investimenti sono troppi e da troppo tempo, di piu´, il capitale reale e´stato quasi consumato del tutto, ci si e´iniettati tanta eroina che il corpo non reagisce piu´...


Ma tu sei ancora in tempo per tentare di salvarti o almeno per limitare i danni, io stesso proprio per questo motivo ho deciso di trasferirmi in un Paese libero, stabile e ricco come il Cile e partecipare cosi allo sviluppo di un fondo d´investimento conservativo di stampo "austriaco" come Lastarria , se vuoi puoi leggere un mio post precedene espressamente dedicato a questo


Concludo dicendoti che alla fine non puoi che fare affidamento su te stesso, purtroppo non ci sara´nessuno Stato ne´ nessun politico illuminato che potra´aiutarti quando il sistema crollera´, per questo motivo hai un vero e proprio dovere di informarti, di iniziare a pensare criticamente con la tua testa e soprattutto di non ascoltare piu´le menzogne che ti vengono raccontate dai mass media tradizionali


come diceva mises :


L'ignoranza del pubblico è un fattore necessario per il buon funzionamento di una politica inflazionistica.
Lo stimolo inflazionistico funziona fintanto che la casalinga pensa: "ho un disperato bisogno di una padella, però i prezzi sono troppo alti, aspetterò che scendano"
Lo stimolo inflazionistico cessa invece di funzionare quando la gente scopre che la politica inflazionistica continuerà, causando una forte accelerazione dei prezzi.
La fase critica comincia quindi quando la casalinga pensa: "oggi non ho bisogno di una padella, però potrebbe servirmi tra un anno o due. Meglio comprarla subito perchè dopo mi costerà molto di più"
La catastrofica fine della politica inflazionistica si avvicina.
Nell'ultima fase la casalinga pensa: "non ho bisogno di un altro tavolo, probabilmente non mi servirà mai. Ma è meglio comprarne uno adesso che tenere per qualche altro minuto questi pezzi di carta che il governo chiama moneta"
 Preparati, stai all´erta, e quando inizierai ad ascoltare il tuo vicino che ti dice di avere intezione di comprare il tavolo...




Nessun commento: