Exosphere

 photo ExoLogo.png

mercoledì 17 novembre 2010

Crollera´l´Unione Europea prima del previsto ?


In questo post la traduzione di un articolo di Gonzalo Lira , uno scrittore e regista cileno appassionato di econmia, che a mio avviso spiega molto efficacemente cio´che sta accadendo in queste ore in Europa e che non troverete in nessun mezzo di comunicazione nazionale

Il cielo sopra i Paesi PIIGS[1] si e´fatto pericolosamente minaccioso : Ero pronto a scrivere il mio solito lungo e noiso post quando il precipitare della crisi in Europa mi ha costretto a cambiare piano. Cosi mi sono preso una piccola pausa rispetto al programma e ho deciso di scriverti una mia veloce interpretazione su queste ultime notizie che ci giungono dalla lontana Europa[2]
Il mercato dei bond non ha piu´fiducia nell´Irlanda, la Grecia sembra abbia mentito ancora una volta sulla sua atroce situazione fiscale ed ora il Portogallo sta barcollando, in altre parole i PIIGS sono fregati! Sono pronto a scommettere che questo lento ribollire della crisi Europea si trasformera´nei prossimi giorni in una completo tracollo e sara´un gran casino!
Ma andiamo con ordine, ricapitoliamo :
La distanza del rendimento del debito sovrano irlandese si e´allungata rispetto alla virtuosa Germanio e la stessa Germania sta premendo molto decisamente per il salvataggio nonostante il Governo irlandese sia pienamente solvente almeno sino alla meta´del 2011. Non e´la situazione fiscale irlandese di cui si preoccupa la Germania ma e´il settore bancario iralndese che sta mandando tutti fuori di testa

Dopo tutto e´stato il Governo irlandese molto stupidamente a garantire interamente il proprio insolvente sistema bancario. E per ragioni mai spiegate chiaramente il Governo irlandese si e´imppegnato ad onorare pienamente tale garanzia nonostante non sia in condizioni di farlo. Infatti si deve considerare come le Banche tedesche sono pesantemente esposte nei confronti delle banche irlandesi, questo spiega perche´la Germania sia cosi ansiosa nel costringere l´Irlanda ad accettare il salvataggio del proprio sistema bancario
 
Proprio in queste oree, l´Unione Europea, il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Centrale Europea sono in riunione con i rappresentanti irlandesi per cercare di assemblare il pacchetto di salvataggio. La ragione per cui l´Irlanda sia cosi diffidente e´che ogni salvataggio dev´essere accompagnato da durissime misure di austerita´: in altre parole, il popolo irlandese sara´destinato a sopportare durissime misure di austerita´al fine di permettere l´indiretto salvataggio delle Banche tedesche! Ancora, il salvataggio dell´EU/IMF/ECB potrebbe costringere l´Irlanda ad aumentae la preziosissima e bassissima tassa del 12,5% sui profitti aziendali, il vero magnete per gli investimenti esteri nell´Isola Verde[3]
Aggiungi alla preoccupazione irlandese che la Grecia e´ancora una volta sul banco degli asini : sembra siano stati beccati ancora una volta a mentire sulla loro reale situazione fiscale. Prova ad indovinare su cosa, se dici sul debito greco hai vinto! Il Governo greco ha infatti rivisto al ribasso il proprio deficit : 15,% del Pil per il 2009 e del 9,4% nel 2010 (in contrasto con una stima che era del 9,4%  ). Non sara´poi cosi strano se queste cifre verranno riviste ancora al ribaso : la verita´e´che nessuno piu´crede alla Grecia se non che sia un Paese semplicemente insolvente

Questo e´cio´che sta accadendo questa mattina[4] e come reazione il dollaro ha avuto un soprassalto di vita ( se ci credi anche tu!) : come sto scrivendo l´Euro e´a $1,355, la Sterlina a $1,333, l´oro e´sceso a $1,333 all´oncia, l´argento a $25,05 ; il dollaro e´anche su rispetto allo Yen a 83,45Yen

Non ci sono ragioni specifiche perche´le cose tendano al peggio oggi, ma e´l´intero scenario che sembra stia avendo un effetto contagio per l´intera Europa :

Come risultato della resistenza irlandese nel non accettare il salvataggio della Comunita´Europea, la fiducia sul debito portoghese ha iniziato a precipitare. Il Portogallo sembra messo in condizioni molto peggiori della Gecia di sei mesi fa : la distanza con la fiducia sul debito della Germania e´arrivata improvvisamente al 6,5% e sta ancora salendo. Perfino la fiducia sul debito francese ha accusato un colpo rispetto all´omologo tedesco, addirittura costa di piu´assicurarsi contro il debito francese che contro il debito cileno ( mi verrebbe da dire per una volta Forza Cile! )
La causa specifica della caduta dei debiti dei Paesi dell´Euro e´l´Irlanda, ma la vera bomba e´la Spagna
Se l´Irlanda e poi il Portogallo cadono allora sara´solo questione di tempo prima che la Spagan li segua, e la Spagna e´molto piu´grade della Grecia, Irlanda e Portogallo messi assieme

Se la Spagna cade allora sara´la fine per l´intera Eurozona, addirittura probabilmente per l´intera unione Europea come entita´politica.

Ecco perche´la Germania, il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Centrale Europea vogliono salvare a tutti i costi l´Irlanda, per mettere una barriera di salvataggio contro un´ulteriore deterioramento sulla fiducia del mercato del debito dei Paesi dell´Unione Europeea

Il problema e´che l´Irlanda non vuol´essere salvata
L´Irlanda non e´l´unico paese che non vuole essere piu´salvato dal piano dell´EU/FMI/BCE. Anche molti altri paesi dell´EU non vogliono piu´salvare nessuno, siano salvataggi per l´Irlanda, per la Grecia, per il Portogallo o per qualunque altro Paese :

L´Austria, secondo la Reuters, ha giusto annunciato che ritirera´i suoi fondi per il salvataggio della Grecia. La ragione, cosi come articolata dal Ministro delle Finanze austriaca Josef Proell e´che sono semplicemente stufi e stanchi della cazzate dei Greci. Ovviamente egli e´stato molto piu´gentile nei termini ma la sostanza e´questa. Cosi´Atene non otterra´fondi da Vienna sino a quando non ci sara un “intenso dibattito” sull´argomento

Ora, il salvataggio della Grecia e´dell´ordine dei 30miliardi di € mentre I fondi dell´Austria sono solo miseri 190milioni di € : sei decismi dell´1% dell´intero pacchetto di salvataggio!
Ma l´impatto politico della decisione dell´Austria e´venti, trenta volte piu´importante! Ora piu´di un governo in europa si sta facendo la seguente domanda “ Se lo possono fare gli Austriaci perche´noi no?


La Finlandia e´un altro paese che si e´apertamente opposto al salvataggio dell´Irlanda : I Finlandesi oggi hanno ditto chiaramente di non voler fare nessuna pressione sugli Irlandesi per fargli accettare il salvataggio. Ancora secondo la Reuters i Finlandesi si oppongono al salvataggio perche´preoccupati delle imminenti eleazioni e della crescente opposizione popolare a tali salvataggi. Se ci pensi tutto cio´e´perfettamente ragionevole, specialmente se consideri come la Finlandia si sia gia´fortemente esposta per salvare l´Islanda, I Paesi Baltici e specialmente la Lettonia

Ora, naturalmente, lagnarsi e lamentarsi per dei piccoli paesi dell´Europa puo´non significare niente, eccetto che per due ragioni :
Una, il Fondo di Stabilita´Europeo ( EFSF) ha bisogno di un voto all´unanimita´per essere attivato per salvare l´Irlanda, o qualsiasi altro Paese. SE ( e questo e´un grande se) l´Irlanda accetta finalmente questi fondi il fondo EFSF sara´molto lieto di intervenire ma per ottenere l´unanimita´molto sara´promesso ai Paesi recalcitranti
E Seconda, l´opposizione dell´Austria e della Finlandia ai salvataggio e´una visibile e chiara articolazione della distanza che si e´ormai creata tra Berlino e Parigi (io ci metterei anche Roma) e tutti gli altri Paesi del´Unione Europea. Il dibattito e´tra chi vuole salvare e chi vuole che le cose seguano il loro corso naturale

Tutto cio´ci porta al punto chiave : Qui si e´chiaramente davanti alla fine di un percorso politico. Tutti questi sforzi nel tentare di salvare tutte questi piccoli Paesi, Grecia, Irlanda, Portogallo, Repubbliche Baltiche, stanno lentamente fiaccando la leadership della politica Europea, senza considerare che si stanno sprecando tutte le cartucce
Questo perche´tutti questi salvataggi sono avvenuti dopo aver pagato enormi costi politici alle nazioni piu´virtuose costrette ad intervenire. L´esempio della Finlandia e´estremamete chiaro come aperitivo di cio´che ci aspetta
Ma anche senza considerare l´allarme lanciato dalla Finlandia e dall´Austria, se uno si ferma a ragionare un attimo non puo´non considerare un´ovvia verita´: Alcuni Paesi sono semplicemente troppo grandi per essere salvati

Cosa accadra´quando la Spagna ineluttabilmente si trovera´nei guai? Non e´piu´una questione se cio´accadra´nel momento che la Spagna ha una disoccupazione del 20% e un debito pubblico previsto quest´anno al 9,3% come riporta Bloomber. Esattamente come la Grecia, l´Irlanda e il Portogallo prima o poi la fiducia nel debito Spagnolo crollera´, e´solo questione di tempo

Cosa potranno fare allora l´Europa e la Banca Centrale Europea?
Salvare la Spagna ? Buona Fortuna! Sarebbe come aiutare un elefante ad uscire da una fossa dov´e´ rimasto intrappolato con un sorriso! La Spagna e´semplicemente troppo grande.
Io penso che queste misure  che i leader europei stanno disperatamente tentando di decidere non possono che momentaneamente posporre l´inevitabile, ovvero il collasso dei debiti delle  economie dei Paesi periferici dell´Eurozona , i PIIGS insieme al Belgio. 
Perche´anche nel caso l´Irlanda fosse salvata nei prossimi due o tre giorni, sarebbe questione di pochi mesi e avremo un'altra scossa di panico, questa volta per il Portogallo. E per la prossima estate sara´per la Spagna, ineluttabilmente.
Se l´Irlanda non fosse salvata, evento questo molto improbabile, allora il mercato degli Euro bond collaserebbe in pochissimo tempo, portandosi giu´non solo il debito Irlandese, ma anche quello Portoghese, Spagnolo ed Italiano, forse anche il debito Francese! 
E questa sarebbe la fine per l´Eurozona, probabilmente la fine dell´Euro.

Nel mio post della scorsa settimana, L´enorme forza che annientera´l´Europa, ho argomentato che lo stress di un debito eccessivo insieme all´impossibilita´politica di fare durissimi sacrifici ora per la ristrutturazione di tale debito causera´la fine dell´Unione Europea
Argomentavo che cio´accadra´ma non avrei mai pensato cosi presto…
 


[1] PIIGS sono le iniziali di Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna , e´l´acronimo di Pig che in inglese significa maiale, in questo caso l´acronimo e´´usato dalla stampa internazionale in senso dispregiativo per significare quei Paesi che vivono gozzovigliando e sprecando come un maiale
[2] Chi scrive e´cileno
[3] Questo e´un importantissimo risultato del potere centrale dell´Unione Europaa che ha sempre visto la bassa tassa irlandese come un pugno in faccia dal momento che tutti i grandi Paesi membri non possono permettersela essendo gia´oberati di debiti !
[4] Ieri per chi legge

Nessun commento: