Exosphere

 photo ExoLogo.png

lunedì 25 ottobre 2010

Il metodo sperimentale

L´Economia e´una scienza che va studiata con il metodo sperimentale o con il metodo razionale ?


 Economia empirica : Metodo sperimentale ( il metodo di falsificazione di Popper )

Si parte da un concetto fondamentale : qualsiasi fenomeno del mondo reale e´spiegabile empiricamente, in laboratorio, ogni fenomeno ha una causa gia´presente, determinata , tala cause dev´essere "solo"  riscoperta ovvero provata da una sperimentazione pratica.
Il mondo reale e´visto da un punto di vista statico, determinato, tutto ha un´origine gia´esistente e spiegabile. 
L´origine dell´uomo, lo sviluppo della civilta´, e´il risultato del cammino della conoscenza sperimentale, un giorno arriveremo a conoscere ogni cosa, anche il funzionamnto della nostra mente, anche l´origine della creazione ! 
L´origine del mondo ha una sola causa spegabile scientificamente

Non esiste il libero arbitrio, siamo fatti di atomi com´e fatta di atomi ogni cosa dell´universo, anche il nostro cervello e´un´insieme di sinapsi composte a loro volta da atomi, un giorno spiegheremo anche il meccanismo di funzionamento del cervello, tra l´altro l´intelligenza artificiale e´gia´sulla buona strada... 
In parole piu´specifiche e´la teoria filosofica del determinismo
Ma vediamo il metodo scientifico applicato all´ economia  (seguiremo il cosiddetto metodo di falsificazione di Popper)
In pratica questo metodo afferma che ogni fatto, ogni fenomeno che si osserva nel mondo reale puo´essere verificato sperimentalmente con una prova di laboratorio, proprio ogni fenomeno e´determinato da una sua causa precedentemente determinata che va „semplicemente” scoperta e dimostrata empiricamente (perche´gia´esiste, perche´e´gia´determinata, perche´dev´essere solo svelata dalla nostra osservazione e poi confermata in laboratorio )
In pratica c´e´un fatto che osserviamo e vogliamo spiegare (come la crisi economica) facciamo un ipotesi teorica e verifichiamo se e´confermata dalla prova sperimentale, di laboratorio, se le misurazioni della prova sono concordi con la nostra ipotesi allora vuol dire che e´stata confermata, validata (in economia si usano i dati statistici del passato e del presente come se fossero le misurazioni di laboratorio, in economia consideriamo il passato  come il laboratorio dove attingere i dati sperimentali !). 
Se i dati ottenuti o elaborati da un analisi statistica confermano la nostra tesi abbiamo scoperto la legge economica che causa il fenomeno osservato, d´ora in poi possiamo dire di conoscerne le cause e le conseguenze, siamo in grado di gestire il fenomeno, siamo finalmente in grado di controllarne le variabili ! ( per esempio abbiamo scoperto che la crisi economica e´causata dall´avidita´dei capitalisti, possiamo intervenire con delle leggi per evitare conseguenze nocive ecc)

Ma a questo punto e´importante fare un ulteriore considerazione, molto importante per cercare di capire le tragiche conseguenze causate dalla sciagurata scelta del metodo d´indagine empirico nella scienza economica !
Va detto infatti che questo metodo considera relativi tutti i fenomeni del mondo reale, nel senso che sono tutti teoreticamente sempre falsificabili, percio´sono sempre "relativamente" veri fino a prova contraria

Mi spiego : al contrario del metodo logico-razionale che vedremo dopo, qua non esiste nessuna verita´assoluta, sempre vera, qua esistono solo fenomeni che possono essere verificati sperimentalmente sino a prova contraria, ovvero sono tutti teoricamente falsificabili nel caso un giorno, domani come tra mille anni, sopraggiunga un fatto esterno che cambi l´esito della sperimentazione. 

Insomma se non esistono verita´assolute tutto cio´che osserviamo puo´essere solo una verita´temporanea, e´il Relativismo !!!
Questo significa che qualsiasi fatto o fenomeno che viene verificato sperimentalmente, che conferma la nostra ipotesi, non potra´essere mai vero per sempre ma solo fino ad oggi, fino a quando non e´stato ancora falsificato. 
Ma questo non significa che domani non potrebbe essere falsificato nel caso cambiassero le condizioni! 
Possiamo vederla anche da un altro punto di vista:  se sino ad oggi non riesco a provare la mia ipotesi non e´detto che debba arrendermi , domani posso verificarla  cambiando qualcosa nel mio esperimento, nella mia misurazione !
In altre parole se sono convinto che non esistono verita´universalmete valide, sempre, in ogni tempo e luogo, indipendenti dalla prova empirica, ammetto contestualmente che non puo´esistere la certezza assoluta su qualsiasi cosa, soprattutto su una legge economica
In pratica, non esistono leggi assolute in economia ! 

Cerco di spiegarmi ancora meglio con un esempio pratico :

Con il metodo sperimentale voglio dimostrare che l´ipotesi A causa il risultato B; se le misurazioni della prova empirica mi dicono che A causa B dico che l´ipotesi A e´stata confermata. 
Ma non potro´ mai dire che questa causa A-B sara´valida  per sempre!
Non esiste niente che puo´essere vero sempre! 
Questa ipotesi e´vera perche´sino ad oggi, cioe´sino a quando non e´stata falsificata ma questo non significa che domani non potrebbe esserlo (tutto e´relativo )
Ora vediamola dall´angolazione opposta :  se la sperimentazione mi dice che A non causa B questo non significa pero´che A non causa B per sempre! non significa che A non c´entra niente con B! Puo´significare semplicemente che posso aver sbagliato la misurazione sperimentale ! Infatti posso riprovare la mia sperimentazione e considerare un´altra variabile Z che magari mi conferma che A causa B! 
Se anche in questo caso non trovo la conferma posso sempre trovare un´altra variabile Y che alla fine mi conferma che A causa B!  e cosi via...insomma posso trovare mille variabili e continuare all´infinito con ostinazione la mia ricerca sino a quando non verifichero´che A causa B, anche se e´una missione impossibile e assurda !!!
Insomma cio´che voglio tentare di spiegarti e´la enorme pericolosita dell´ applicazione di un tale metodo d´indagine in una scienza cosi influente nella nostra vita come l´economia! 
Se tutto e´relativo,  se ogni ipotesi, anche la piu´assurda, possiamo pensare di verificare sperimentando infinite variabili arriviamo alle conseguenze assurde e paradossali che vediamo prospettarsi oggi giorno!  
Insomma ti sto dicendo che posso accanirmi a sperimentare leggi che sono palesemente assurde se parto dal presupposto che non esistono delle verita´universali, per esempio posso accanirmi a fare sperimentazioni da laboratorio e misurare variabili per dimostrare che l´acqua scorre dal basso verso l´alto, che l´asino vola, che il triangolo ha quattro lati ecc

Facciamo un esempio "politico" per capire le implicazioni di una simile visione

Quando in Unione Sovietica si osservava che il comunismo non funzionava si trovavano sempre delle variabili nuove da sperimentare dal momento che se si e´convinti dell´impossibilita´dell´esistenza di verita´universali, si riteneva che la propria teoria economica fosse per forza giusta ma che se si dimostrava praticamente sbagliata era solo perche´ non era ancora stata trovata la giusta combinazione di variabili,  la colpa insomma non era delle ipotesi sbagliate, delle teorie sbagliate, ma delle variabili che controllavano la sperimentazione pratica, quindi prima la colpa era di Stalin, magari se si levava la variabile Stalin e si metteva la variabile Z Trozky avrebbe funzionato, ma poi era Trozky che era sbagliato, forse la variabile giusta doveva essere la variabile Z Bukarin e magari se non era la variabile Burkarin forse la variabile X Berlusconi e cosi via´...sino a sperimentare un infinito elenco di nomi ! 

Capito come funziona il giochetto ?

Questo per qualsiasi fatto economico del mondo reale dal momento che ogni ipotesi puo´essere verificata se si trovano le giuste variabili, cosi per arrivare ai giorni nostri abbiamo una miriade di variabili per spiegare il fenomeno economico dell´attuale crisi economica : i keynesiani dicono che la causa e´lo spirito animale intrinseco nell´animo umano e che la variabile che controlla il fenomeno e´ l´aumento del potere di controllo e di spesa dello Stato paternalista, i monetaristi della scuola economica di Chigaco dicono che invece la causa e´la presenza eccessivo dello Stato e la variabile da controllare e´l´aumento della quantita´monetaria da parte della Banca Centrale, gli esponenti della teoria delle aspettative razionali dicono invece che la causa e´un altra e la varabile da controllare e´un altra ecc

In conclusione :

Le teorie economiche dominanti si fondano sul metodo sperimentale

Il metodo sperimentale non ammette leggi universalmente valide, tutte sono falsificabili

Non esiste il libero arbitrio dal momento che ogni fenomeno del mondo reale , compreso l´uomo e´spiegabile scientificamente

Nel prossimo post esamineremo il metodo razionalista, logico, aprioristico-deduttivo della Scuola Austriaca di economia

Nessun commento: