Exosphere

 photo ExoLogo.png

martedì 7 febbraio 2012

Siamo uomini o caporali ?




Come diceva il grande Toto´nel film "Siamo uomini o caporali" il genere umano si divide tra uomini e caporali

La differenza e´nota a tutti noi : gli uomini sono coloro che lavorano, sudano, si sacrificano, producono, scambiano e finalmente consumano, mentre i caporali sono coloro che comandano, non lavorano, non sudano, non si sacrificano, non producono, non scambiamo ma consumano e consumano molti di piu´di quanto lo facciano gli uomini

I caporali sono sempre stati in minoranza rispetto agli uomini, ma hanno sempre comandato grazie al sapiente uso dell´ideologia che hanno saputo inculcare subdolatamente nella mente degli uomini


Prima erano gli Dei dell´Olimpo, poi il Dio dei Cristiani ed infine l´ultimo Dio : lo Stato


Solo in una breve parentesi dell´ottocento gli uomini riuscirono a liberarsi dalle catene del subdolo giogo dei caporali e a scoprire la liberta´(quella vera, la liberta´di poter fare qualsiasi cosa con l´unica limitazione di non invadere la liberta´dell´altro) , e grazie a grandi pensatori come Adam Smith, David Ricardo o Carl Menger, a scoprire le leggi universali dell´economia


E mentre gli uomini, finalmente, per la prima voltaa nella loro Storia, pensavano di essersi liberati per sempre dal giogo dei caporali, ecco che arrivo´l´ultimo terribile colpo di coda dei caporali : Marx e il Socialismo


Ora per i caporali non esisteva piu´un Dio soprannaturale, l´idolo da inculcare nella mente degl´uomini doveva essere qualcosa di ancora piu´forte e resistente, piu´subdolo ancora, piu´definitivo : l´uguaglianza!


Ora i caporali puntavano sulla piu´forte delle pulsioni naturali dell´uomo : l´invidia!


Ogni uomo e´diverso da ogni altro, il suo progresso nei millenni e´avvenuto solo quando ha saputo accettare e financo sfruttare la sua diversita´, perche´l´uomo ha sempre dovuto combattere una durissima lotta contro la sua invidia e il suo saper accettare i propri limiti

Ed e´proprio esaltando l´invidia e appoggiando questa lotta che i caporali sono arrivati a definire la piu´distruttiva delle ideologie : il Socialismo


Nessun uomo dev´essere diverso dall´altro, nessun uomo deve possedere piu´dell´altro, ogni uomo dev´essere "libero" ( la liberta´malata , quella
di essere liberi di possedere la stessa cosa dell´altro!)


Ma nessun uomo e´capace di pianificare e progettare l´uguaglianza!


Solo il caporale, insieme allo Stato che ha dovuto organizzare, ci ha convinto che e´invece capace di realizzare un tale formidabile piano !


Ed eccoci ritornati al vecchio equilibrio, tra uomini e caporali, tra chi lavora, si sacrifica, produce e consuma e chi non lavora, non si sacrifica, non produce e consuma


Anche tu oggi, amico mio, sei un uomo come me...a proposito, salutami il tuo caporale !


n.b. se hai la voglia di saperne di piu, ti consiglio di leggerti "Invidia e Societa´" il piu´completo trattato sull´invidia del grande sociologo tedesco Helmut Schoeck














Nessun commento: