Exosphere

 photo ExoLogo.png

venerdì 29 ottobre 2010

L´Azione Umana




L´azione umana e´l´assioma da cui si dipana l´intera teoria economica

Pensa di essere in prima elemtare quando impari le prime operazioni dell´aritmetica come l´addizione e la sottrazione, oppure le vocali e le prime consonanti, questi sono i primi „assiomi” , i primi mattoncini che ti serviranno per imparare a fare di conto piuttosto che a leggere e scrivere.
Come alla prima elementare queste prime "lezioni" ti permetteranno di imparare e capire tutto quello che fai, cosa ti accade nella vita e soprattutto chi decide per te
Come vedi le prime cose che impari sono assiomi, sono verita´che accetti nella tua mente senza discutere, perche´sono autoevidenti. Non ti chiederesti mai se 2 + 2 fa  4 oppure perche´"a" si dice "a" e "b" si dice "b" !

La stessa cosa si fa con l´economia, si parte dalla prima lezione, dal concetto di azione umana, si ragiona su, e se ti convicne l´accetti come una verita´indiscutibile, logica , come 2 +2 fa quattro e poi si avanti passo dopo passo...fino a capire tutto !

La prima domanda : Perche´l´uomo agisce ?

Innanzitutto non e´concepibile un uomo che non agisce ! pernsare il contrario e´illogico e impossibile, si violerebbe il principio fondamentale della logica e del ragionamento : il principio di non contraddizione !
In parole semplici e´ contraddittorio pensare il contrario, pensare ad un uomo che non agisce...
Pero´prima di andare avanti devo farti una premessa di metodo, ora cerchero´di spiegarti il metodo che dovrai seguire per capire i concetti fondamentali di economia e di politica, quelli  che ti permetteranno di capire finalmente la verita´sulla politica e  su cosa ti succede ogni giorno, useremo il metodo della logica, della ragione, del buon senso!
L´economia infatti ha un grandissimo vantaggio rispetto alle scienze naturali come la chimica, la fisica e la biologia, studia l´uomo, quindi studia se stesso ! 
E´una scienza interiore, introspettiva, nel senso che tu stesso sei la cavia del laboratorio  "uomo" dove sperimenterai le leggi economiche che ti vengono insegnate.
Per farti un esempio, mentre per studiare un fenomeno chimico c´e´bisogno di osservare  la sperimentazione con il microscopio e con tutta l´attrezzatura di misurazione  nell´economia possiamo osservare il fenomeno su noi stessi e capire se la legge economica che stiamo analizzando e´logica o no, se e´vera o no! Se quello che ci viene detto di fare e´vero o no!
Una legge economica-politica deve superare l´esame della nostra logica, tutto qui !
Per questo motivo ti chiedero´di fare uno sforzo intellettuale, diciamo un esercizio introspettivo e di verificare ogni volta su te stesso se il principio economico che stai imparando funziona o no, se supera la tua logica o no,  questo dovrebbe essere un metodo  da usare sempre, ti sto dicendo che e´arrivato finalmente il momento che inizi a ragionare con la tua testa, un principio economico per essere valido deve supera e l´esame della tua logica, della tua ragione, in una parola del tuo buon senso! Altrimenti scartalo perche´vuol dire che non e´logico, non e´vero...vedi, questa e´la maniera piu´potente per capire non tanto l´economia ma la politica e le regole che ti vengono imporste, come vedi non e´difficile, non c´e´la matematica ne´ grafici incomprensibili ma solo la logica ed il tuo buon senso !

Ma torniamo all´assiome dell´azione umana

Abbiamo detto che l´uomo agisce sempre, che e´impossibile pensare il contrario, ora per capire se ti sto dicendo una cosa vera  o falsa, se e´logica o meno, iniziamo a fare la sperimentazione su noi stessi, prova a pensare ad un essere umano che non agisce , pensa a te stesso che non agisci, prova ad utilizzare la logica e a pensare che l´affermazione „l´uomo non agisce” possa essere vera, vedrai che e´impossibile ! 
Infatti nello stesso momento che stai cercando di immaginarti di non agire stai agendo ! (il principio di contraddizione : A non puo´essere anche non A)

Questa e´una verita´logica, un´affermazione che non puo´essere contraddetta...e´una verita´autoevidente, significa affermare qualcosa che non ha bisogno di nessuna dimostrazione pratica, come dire che non e´possibile che io stia in questo momento scrivendo al computer e guidando la mia auto tra Bologna e Firenze !? Oppure che stia giocando con una palla da tennis tutta gialla e nello stesso tempo tutta rossa !?

L´uomo agisce sempre, un uomo che non agisce non e´concepibile dalla mente umana

Ma cosa significa agire ? 

Agire significa raggiungere un fine attraverso un mezzo

Un azione ha sempre un fine, un obiettivo

Agire significa fare qualcosa dopo averci prima pensato, ragionato, significa avere un fine da raggiungere, uno scopo, un obiettivo, sempre! 
L´animale non ragiona ma agisce per istinto, la differenza tra l´uomo e l´animale e´il pensiero, il ragionamento.
L´uomo pensa, l´animale no!
L´uomo agisce avendo un fine, l´animale avendo un istinto
Come ho gia´detto in precedenza, non si sono ancora visti due cani mettersi d´accordo per dividersi un osso, e neanche l´esempio di un branco di cani che si mettono insieme per cacciare o per difendersi mi dimostra che gli animani ragionano, quella e´solo una forma piu´evoluta dell´istinto di sopravvivenza, mettiamola cosi allora : cambiero´opinione il giorno che vedro´un cane riflettere e fare delle critiche con i compagni di branco sulla tattica utilizzata nell´ultima caccia !

Ma allora perche´l´uomo agisce ? Perche´tu agisci ? ( passiamo all´analisi introspettiva... )

L´uomo agisce perché ha sempre un fine e per raggiungere tale fine utilizza dei mezzi, infatti l´economia esiste come scienza solo per un motivo : perche´ i mezzi sono scarsi  in relazione ai suoi fini ! 
Se non fosse cosi, se i mezzi non fossero scarsi in relazione ai fini , agli scopi dell´uomo, vivremmo in un paradiso e l´economia (cosi come la politica) non avrebbe ragione d´esistere.
Ne´possiamo dire che i mezzi sono supeiori ai fini, possiamo immaginare un mondo ricchissimo con una quantita´quasi infinita di mezzi, i fini, i bisogni, i desideri degli uomini saranno sempre di piu´, prova a pensare ad internet, all´iphone!...nessuno di noi potra´mai immaginare quali saranno i mezzi e i desideri dell´uomo tra cent´anni!

Qui devo fare una precisazione molto importante : l´economia non si chiede e non spiega perche´l´uomo ha diversi fini, bisogni, necessita´, perche´uno preferisce andare al mare e un altro in montagna, perche´uno e´ambizioso e si strugge per la carriera mentre un´altro preferisce lavorare alle poste, perche´uno e´invidioso del collega e l´altro invece lo ammira e cerca di imitarlo, questo e´un aspetto che appartiene alla psicologia, alla sociologia. L´economia e´una scienza esatta, studia la relazione tra l´uomo e le risorse scarse del pianeta, non si domanda perche´questa terra non e´il paradiso, parte da un fatto, da una verita´, dall´assioma dell´azione umana e ricerca le leggi economiche universali.

L´economia afferma che l´uomo agisce, che ricerca fini utilizzando mezzi, questa e´una verita´logica, incontrovertibile. Punto!

L´azione e´scelta, e´la decisione tra diverse opzioni, sempre. Questa e´l´altra verita´incontrovertibile!

Quando agisco, penso di fare qualcosa, la immagino prima nella mia mente, penso ad un fine che voglio raggiungere, poi decido di fare questa cosa e non quell´altra, scelgo sempre! Decido di raggiungere quel determinato fine utilizzando un mezzo e non un altro, decido e quindi agisco!

Prova a pensare ad un´azione che non sia contestualmente anche una decisione, una scelta,  che non abbia  un fine  prima immaginato, come invece puo´fare un animale  che agisce d´istinto o un vegetale che esiste solamente, se fai qualcosa stai scegliendo, anche quando decidi di startene immobile a letto senza voglia di fare nulla e senza energia, hai fatto una scelta! Hai scelto infatti di startene a letto e di non fare niente, stai decidendo comunque tra diverse opzioni, perche´ hai deciso di fare quello che in quell´istante preferisci di piu´, questa e´una considerazione importantissima perche´ti introduce il concetto fondamentale di costo, di costo opportunita´

L´uomo ha sempre diverse opzioni, sia egli l´essere piu´povero o piu´ricco della terra, vedremo nel corso del libro le cause reali della ricchezza e della poverta´, qui ci interessa solo dimostrare che l´azione umana, in quanto azione implica sempre la scelta tra diverse opzioni, anche se sono l´ultimo disgraziato della terra e devo scegliere tra morire  di fame o rubare l´unico pezzo di pane di mio fratello!

In ogni azione c´e´sempre un fine, un mezzo e un costo, un costo opportunita´

C´e´sempre un´opzione che abbiamo dovuto scartare, questo per una semplicissima ragione, perche´il tempo e´scarso e solo per questo motivo non possiamo fare mai tutto quello che vogliamo, dobbiamo sempre decidere almeno cosa fare con il tempo scarso che abbiamo a ns disposizione! Dobbiamo sempre scegliere tra varie opportunita´!
Se in questo momento sto scrivendo al computer, ho scelto di non andare a correre giu´in spiaggia, come vedi ho dovuto scegliere almeno tra due fini, tra due obiettivi, tra due necessita´, tra due opzioni. 
Qualsiasi cosa stai facendo in questo momento, la stai facendo perche´hai scelto di fare questo e non qualcos´altro, perche´anche tu hai tante altre opportunita´, magari
tutte preziose , ma hai dovuto sceglierne una sola perche il tuo tempo e´scarso e non puoi fare tutto comportamento e hai dovuto rinunciare a qualche opportunita´, non te ne rendi conto, ma stai sopportando un costo, il tuo costo opportunita´, quello che avresti voluto fare e che non hai deciso di fare
Perche´? Perche´non l´hai fatto? Perche´hai deciso di scrivere al computer e non andare a correre in spiaggia ? Questi sono perche´che non interessano l´economia, qui andiamo nel campo della psicologia, della sociologia, a gli economisti interessa dimostrare solo che l´azione umana implica un costo, il costo opportunita´, questo basta !

Pensaci ancora per un attimo, se agisci sempre, se lo fai in ogni istante della tua vita, se l´azione e´sempre decisione, se la decisione e´una scelta tra due o piu´opzioni, significa che ci sara´sempre almeno un´opzione che sara´stata scartata, questo significa che ci sara´sempre un costo opporunita´, nella tua vita ci sara´sempre un opportunita´che e´stata scartata

Questo e´un concetto importantissimo! 

Ora non te ne rendi contro, ma se non comprendi ora l´essenza del significato della parola costo e soprattutto del concetto di costo opportunita´non capirai mai nulla dell´economia, ma e´anche una lezione di vita, capire che ogni azione ineluttabilmente comporta un costo significa capire che nella vita, qualsiasi cosa tu possa fare, non esiste niente che sia gratis, che non abbia un costo, diffida sempre da chi ti prospetta qualcosa gratuita, non e´logicamente possiile, non esiste!
In america c´e´un modo di dire molto diffuso che sintetizza efficacemnte questo concetto, come solo la lingua inglese puo´fare , si dice che nella vita non esiste un pasto gratis, there is no free lunch !

Pensa che questo concetto cosi importante e cosi semplice non e´considerato dalle teorie economiche dominanti, e´assurdo, e´incredibile ma e´cosi! Tutte le teorie economcihe e politche che modellano la nostra societa´non considerano il costo opportunita´! 

Ti faccio un esempio pratico : molti pensano che la guerra e´un´istituzione che, nonostante
causi morte e sofferenza, porta sviluppo tecnologico e financo prosperita´economica se si pensa agli affari della ricostruzione, dicono che tutte le grandi tecnologie che oggi utilizziamo sono derivate dalle intelligenze impegnate negli sforzi bellici. 
Bene, questa e´la tipica osservazione di un economista empirico, di colui che riesce a vedere solo le cose che  ha davanti gli occhi, che si vedono appunto! Cose che sembrano corrette a chiunque a prima vista, a chi non abbia mai sentito parlare del concetto del costo opportunita´ovvero dell´esistenza di tutta una parte dell´economia che e´quella scartata dalle decisioni attuate, ma che esiste, che fa parte della vita reale, come in questo caso di tutte le cose che si sarebbero potute fare alternativamente alla decisione di fare la guerra !
Ebbene la scuola austriaca dimostra come la guerra sia solo un enorme spreco di risorse scarse, per non calcolare la morte e la sofferenza, perche´si sarebbero potute utilizzare  in modo diversto tutte le risorse scarse spese, scegliendo altre opportunita´, al posto di carriarmati si sarebbero potute costruire strade, al posto di missili ospedali e cosi via!
Appare subito chiaro che il giudizio sulla convenienza economica di una guerra non e´cosi scontato come sembra...

Il grande precursore della scuola austriaca di economia , Frederic Bastiat, ha scritto un saggio proprio su questo concetto "Quello che si vede e quello che non si vede" , saggio che puoi leggere integralmente su internet qui 

Questa´ultima considerazione e´gia´sufficiente per demolire alla radice tutte le teorie economiche dominanti, tutte infatti trascurano  quella parte importantissima dell´economia che si occupa della zona che non si vede se posso usare una parola figurata, non considerano l´esistenza del costo opportunita´, della scelta, dell´opzione che si scarta quando si decide e che, come vedremo, ha una enorme importanza perche´rappresenta il costo che sosteniamo in ogni azione della nostra vita.

Ecco perche´secondo gli austriaci il grande economista e´quello che vede cio´che non e´immediatamente visibile, cio´che non appare, colui che riesce a vedere anche la parte nascosta, quella parte che se ignorata puo´essere la vera causa di tutte quelle distorsioni che vengono definite come le conseguenze non previste delll´economia  (unintended conseguence), quelle conseguenze che sorprendono sempre i nostri principali politici ed economisti , come se venissero da un altro universo e che invece sono cose umane, cose  non viste ma che potevano essere benissimo previste !


Non previste dalla teoria empirica ma sicuramente dalla teoria austriaca !


Io penso che l´incomprensione di un concetto cosi fondamentale sia essenziale nella spiegazione della crisi economica e piu´in generale dell´attuale decadenza della poltica
Se si pensa che non esista un costo opportunita´in ogni azione della nostra vita si arriva a pensare che esista veramente il pasto gratis, the free lunch! 








Nessun commento: